lunedì 30 novembre 2009

Ingredienti

60% farina di ceci
40% farina di grano saraceno
Spezie a piacere
cime di rape
aglio
olio e sale

Procedimento

Fate una pastella fluida con le due farine e l'acqua, salate e speziate a piacere.
Lasciate riposare l'impasto in frigo per un'oretta.
Cuocete le cime di rape in acqua salata bollente; una volta cotte le ripassate in padella con olio e aglio. Unite le cime alla pastella e amalgamate. Versate l'impasto in una padella con olio caldo e coprite con un coperchio. Fate cuocere la farifrittata una decina di minuti per lato.

sabato 21 novembre 2009

Ingredienti

Melanzane
Affettati Veg
Formaggio di soya (soiarella oppure mozzarella vegan)
Pangrattato
Salsa di pomodoro
Lievito in scaglie
Basilico
Olio
Sale



Procedimento

Tagliate le melanzane a fette, salatele e disponetele in un recipiente fondo, coprite le fette con acqua e lasciatele riposare per una mezz'ora.

Preparate il sugo con salsa di pomodoro, soffritto di cipolla, sale e basilico alla fine.

Asciugate bene le fette di melanzana e friggetele in una padella.

Prendete una teglia da forno, cospargete la base con qualche cucchiaiata di sugo, disponete una fila di melanzane mettendole una di fianco all'altra senza sovrapporle. Versate un po' di salsa sulle melanzane e spolverate con del lievito in scaglie.
Diponete una fila di affettati veg e sopra delle fettine di formaggio di soya o mozzarella veg che coprirete ancora con sugo e lievito in scaglie. Ripetete di nuovo il tutto (melanzane, sugo, lievito, affettati, formaggio di soya, sugo e lievito) disponendo però tutto nel verso opposto (0rizzontalmente o verticalmente). Ricoprite la parmigiana con pangrattato e lievito in scaglie.
Infornate a 200° per 30-40 min.

martedì 10 novembre 2009
















Ingredienti


Per l'impasto:
320g farina 00
80g farina manitoba
lievito di birra
sale
acqua

Per il ripieno:
800g di scarola
40g pinoli
80 g olive di gaeta
50 g capperi
2 spicchi di aglio
olio

Procedimento

Preparate l'impasto per la pizza, impastate a lungo finché la pasta non risulti liscia e poco appiccicosa. Fatene una palla e copritela con uno straccio umido. Lasciate lievitare l'impasto per un paio d'ore.

Tagliate, lavate e cuocere la scarola in abbondante acqua salata. Scolarla e strizzarla. Fate soffriggere l'aglio con l'olio in una padella, unire la scarola, le olive di gaeta denocciolate, i pinoli e i capperi. Fate insaporire una decina di minuti.

Una volta lievitato l'impasto, riprendetelo e lavoratelo di nuovo dividendolo in due panetti (uno più grande, l'altro leggermente più piccolo). Lavorateli bene per una decina di minuti. Lasciate di nuovo lievitare l'impasto per 3 ore.

Preriscaldate il forno a 200°C. Ungete una teglia e stendete il panetto d'impasto più grande aiutandovi con il mattarello e rivestite il fondo e i bordi della teglia. Distribuite il composto di scarola sul fondo. Stendete con il mattarello l'altro panetto e usate l'impasto per coprire la torta. Chiudete i bordi con le dita inumidite. Bucherellate la superficie della pasta per favorire la cottura.
Infornare per circa 40-45 minuti o fino a quando la superficie diventa dorata.


lunedì 2 novembre 2009

La frittata di pasta è un piatto unico di origine campane veramente gustoso, di solito lo si fa per riciclare la pasta avanzata del pranzo o del giorno prima.














Ingredienti per 3-4 persone


200 g di spaghetti avanzati
160 g di farina di ceci
40 g di farina di grano saraceno
1/2 cucchiaino di curcuma
prezzemolo
basilico
spezie a piacere

Procedimento

Preparate una pastella con le farine e tutte le spezie. Lasciate riposare in frigo l'impasto per 2 ore. Mettete sul fuoco una padella unta con olio d'oliva, mescolate bene gli spaghetti con l'impasto, versate il tutto nella padella e coprite con un coperchio. Fate cuocere a fuoco lento e girate la frittata con il coperchio quando è sufficientemente dorata su un lato; fate cuocere a fuoco lento e con coperchio anche l'altro lato della frittata.