mercoledì 29 giugno 2011





Ingredienti:

300 gr Farina di ceci
900 ml Acqua
1 cucchiaino di amido (frumento o mais) - facoltativo -
2-3 cucchiai di olio evo
Rosmarino a piacere
Sale qb

Procedimento:

In una terrina unite la farina all'acqua e all'olio mescolando bene con una frusta.
Aggiungete poi il sale e il rosmarino a piacere.
Lasciate riposare il composto per almeno 2-3 ore, l'ideale sarebbe prepararlo la mattina per la sera.

Accendete il forno con la funzione grill alla temperatura massima.
Versate l'impasto in una teglia unta in modo che lo spessore sia di circa un centimetro.
Fate cuocere per 15 minuti circa con la teglia posta in alto vicino al grill, fino a quando la superficie diventa bella dorata.




La farinata va' servita calda appena sfornata.

domenica 26 giugno 2011











Ingredienti:

500 gr di farina Caputo Pizzeria
285 gr di acqua tiepida
20 gr di lievito madre attivo
14 gr di sale

Procedimento:

In un recipiente versate tutta l'acqua e fate sciogliere il lievito. Iniziate ad impastare unendo lentamente la farina, setacciandola o versandola a fontana garantendo così una buona ossigenazione.
Fermatevi di tanto in tanto e fate riposare l'impasto qualche minuto.
Unite il sale ed impastate per circa 20 minuti.
Lasciate riposare l'impasto per 8 ore in un recipiente coperto con un canovaccio umido.
Trascorse le 8 ore, formate i panetti o panielli suddividendo l'impasto in 4 (circa 200 gr l'uno), delicatamente, senza strapazzare la pasta e chiudendo bene sotto le palline.

Fate riposare i panetti per 4 ore a temperatura ambiente.

Stendete la pizza schiacciando dal centro verso l'esterno ma non schiacciate mai il cornicione.










Per la cottura ho utilizzato il fornetto della g3 Ferrari con pietra refrattaria.



Ingredienti:

100 Gr di mela grattugiata con la buccia
200 gr di farina 00 o Manitoba
95 gr di acqua
1 cucchiaio di olio evo

Procedimento:

Impastare tutti gli ingredienti a lungo fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Riporre l'impasto in un contenitore coperto per 48 ore.
Passate le 48 ore la PM dovrebbe presentarsi triplicata nel suo volume, di color avorio e con alveoli di forma tonda. Rinfrescate quindi con 200 gr di farina e 90 gr di acqua tiepida.

In seguito procedete a rinfreschi ogni 3-4 giorni (2-3 giorni d'estate, 4-5 giorni se tenete la PM in frigo) prelevando 200 gr di PM ( il cuore dell'impasto) e aggiungendo sempre pari peso in farina, quindi 200 gr di farina e 90 gr di acqua.

La pasta madre è attiva, quindi adatta alla panificazione, quando triplica il suo volume in 3-4 ore.